16 Immobili

Attico In Affitto

Attico in Via Pompeo Magno 4, Prati-Borgo

1.500/Mese Ref. Prati 234

Prati nella zona piu' prestigiosa piu' esclusiva adiacente al lungo Tevere via Pompeo Magno in palazzo elegante con portiere con ascensore affittasi attico di mq 50 composto da salone camera letto bagno e terrazzo abitabile, molto luminoso e tranquillo si affitta a persone con reddito verificabile si richiede un deposito, la richiesta 1.500 euro e' comprensiva delle spese di condominio, possibilita' di posto auto. ( Le foto sono puramente indicative)

In epoca romana il territorio dell'odierno rione Prati consisteva in vigneti e canneti facenti parte delle proprietà di Domizia, moglie di Domiziano, da cui la zona prese il nome di Horti Domitii ("Orti Domiziani") e in seguito di Prata Neronis ("Prati di Nerone"). Durante il medioevo la zona prese il nome di Prata Sancti Petri ("Prati di San Pietro") in riferimento all'adiacente basilica vaticana.

Fino almeno al 1883 vi si estendeva una vastissima distesa di campi coltivati, prati naturali, pascoli e anche di paludi, punteggiata, soprattutto nella zona delle pendici di Monte Mario, da qualche casale agricolo e per il resto completamente deserta, conosciuta come Pianella di Prati o Pianella d'Oltretevere, o ancora Prati di Castello (in riferimento a Castel Sant'Angelo).

Dopo il 1883 si ebbero i primi interventi di edilizia e di urbanizzazione, in parte già immaginati anche sotto il governo pontificio. All'inizio l'area corrispondente all'attuale viale Mazzini fu utilizzata per le esercitazioni militari, da qui il toponimo di piazza d'Armi (poi quartiere delle Vittorie).

Sotto il lungo governo di Giolitti (1903-1921) e con l'amministrazione comunale di Roma, presieduta dal sindaco Ernesto Nathan dal 1907 al 1914, si ebbero gli interventi amministrativi e urbanistici volti ad affrontare i problemi che nascevano dall'eccezionale sviluppo di Roma. Nathan favorì una crescita delle città per quartieri, unità urbane autosufficienti, separate fra loro da zone verdi.

Nel 1873 su pressione del De Merode, proprietario di vaste aree della zona, il Comune firma la convenzione per l'edificazione del nuovo quartiere[12]; esso tuttavia è fuori piano regolatore (1873, Viviani - Pianciani), e verrà inserito solo in quello del 1883. La zona, periferica, resta marginale anche per l'assenza di infrastrutture di collegamento: sarà De Merode stesso a far realizzare un ponte in ferro all'altezza del Porto di Ripetta, che resterà in funzione fino all'inaugurazione del Ponte Umberto (Palazzo di giustizia a piazza Cavour). Il 20 agosto 1921 è stato costituito il rione Prati, l'ultimo in ordine di tempo dei rioni di Roma, nato come quartiere che accogliesse le strutture amministrative del Regno d'Italia e zona residenziale per i funzionari dello stato.

  • 3 Loc.
  • 1 Bagno
  • 50m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via Arno, Trieste-Africano

1.300/Mese 200 € (13%) Ref. Affittasi - Appartamento - Via Arno - N13

Affittasi appartamento al 1 piano arredato e totalmente ristrutturato con materiali di pregio, composto da ingresso con porta blindata salottino con cucina a vista completa di tutti gli elettrodomestici una camera da letto e un bagno. Videocitofono, impianto di allarme, infissi doppio vetro in PVC e legno, AC, riscaldamento autonomo con impianto a pavimento, molto luminoso. Pavimenti in parquet. Palazzo con ascensore e portiere. L'immobile dispone di un box auto (compreso nel canone di locazione). Si accettano anche contratti a Societa. Sono richiesti come garanzia tre mesi di deposito cauzionale, fideiussione bancaria e dichiarazione redditi. NO ATTIVITA RICETTIVA!

La richiesta è di € 1.300/mese più condominio. €80/mese

La My Luxury House, è un agenzia immobiliare affiliata alla F. I. M. A. A, Federazione Italiana Mediatori Agenti D’Affari che nasce nel 1945 e che opera nel settore dell’intermediazione immobiliare Italia. Accettiamo richieste specifiche in tutta Italia, ma la maggior parte degli immobili che trattiamo sono a Roma, Lavoriamo con molta professionalità e competenza che caratterizza la federazione di cui facciamo parte. Abbiamo diversi consolati e ambasciate come clienti, trovando immobili per i loro funzionari. Abbarchiamo altre città estere come Parigi, Londra, Miami e Panamá. I nostri servizi: Valutazioni gratuite e senza impegno, per poter definire concretamente, il reale valore di mercato realizzabile; Assunzione da parte del nostro studio, di ogni onere e spesa, per la promozione dell’immobile; Assistenza tecnico-legale completa, sino al rogito, per tutte le operazioni di compravendita e locazione, da parte di professionisti qualificati ed abilitati.

  • 2 Loc.
  • 1 Bagno
  • 70m²
Attico / Appartamento su due piani In Affitto

Attico / Appartamento su due piani in Via Misurina s.n.c., Cortina d'Ampezzo

5.500/Mese Ref. Affitto - Attico e Superattico - Cortina D'ampezzo

ATTICO E SUPERATTICO RISTRUTTURATI - CORTINA D'AMPEZZO

Splendido attico panoramico di alta rappresentanza adatto per residenze diplomatiche. L' immobile di 300 mq è situato all'interno di un comprensorio di due palazzine con servizio di portineria intera giornata. L'attico è composto da ingresso con ascensore in casa e ingresso secondario tramite scala.

All'entrata abbiamo un ampio disimpegno con vestiere per ospiti, salone doppio con camino, ampia sala pranzo con affaccio sul terrazzo, 4 camere da letto padronali, 4 bagni, ampia zona armadi in largo corridoio e piccolo closet, grande cucina abitabile attrezzata, ampia terrazza che circonda l' attico, ogni stanza vi permette l'uscita di circa 200 mq e molto panoramica dalla parte del salone e zona pranzo.

I pavimenti sono in parquet e marmo, vi sono alcuni dettagli di altissimo pregio come le porte antiche della rappresentanza e della cabina armadio nella suite principale. I bagni sono ristrutturati, aria condizionata, serrande elettriche nel salone, infissi in metallo con doppio vetro, arredamento parziale molto ricercato.

C'è la possibilità di unire il super attico di 60 mq composto da salone, camera e cameretta, bagno e terrazzo. L'immobile è stato appena ripulito e ristrutturato e dispone di due posti auto.

La richiesta per l'attico di 300 mq è di €5.500 più 550€ condominio al mese circa.
La richiesta per il superattico di 60 mq è di €1.500 più €200/mese di condominio.
La richiesta per attico e superattico per un tot di 360 mq è di €7.000 più 750€ di condominio al mese.

  • 6 Loc.
  • 4 Bagni
  • 360m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via di Capo le Case, Roma, RM s.n.c., Piazza del Popolo - Piazza Navona - Quirinale

3.000/Mese Ref. Affitto - Appartamento - Via Capo le Case

Affitto - Appartamento - Via Capo le Case
La Nostra agenzia è lieta di proporvi in affitto un appartamento 190 mq a Via Capo le Case, in palazzo con ascensore, terzo piano ristrutturato composto da ingresso ampio, salone doppio, 2 camere da letto matrimoniale di cui una con stanza armadi, 2 bagni, cucina arredata. I pavimenti sono in parquet e gli infissi doppi in legno. Luminoso. In ottima posizione fronte la Nuova Rinascente a 100 metri da Piazza di Spagna e a 150 metri dalla fermata Metro

La richiesta è di € 3.000 più condominio.

  • 5 Loc.
  • 2 Bagni
  • 190m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Piazzale di Ponte Milvio, Roma, RM s.n.c., Foro Italico-Farnesina-Camilluccia

1.650/Mese Ref. Ponte Milvio Appartamento 3° piano in Via privata con sbarra

In palazzina signorile in via privata con sbarra affittasi appartamento al terzo piano, palazzo con ascensore e portiere mezza giornata. Viene consegnato ripulito e vuoto. Disponibile dal 1 Marzo 2020 o su richiesta dal 1 Febbraio 2020. Mq 135 con doppio ingresso. Entrata principale in grande disimpegno, zona notte composta da due grandi camere da letto matrimoniali, un balcone, un bagno con vasca/doccia. Altro disimpegno. Salone doppio con balconata perimetrale. Cucina con balcone vuota o arredata ( prendere accordi di acquisto con inquilino uscente. ) Camera di servizio con bagnetto. Cantina. Richiesta fideiussione bancaria
Spese condominiali 166€ al mese
Riscaldamento 118€ riscaldamento al mese.
La richiesta di locazione è di €1.650/mese

Fu edificato in un punto dove il Tevere penetrava da nord nella città antica di Roma e, fino all'inizio del XX secolo, si trovava in una zona non urbanizzata, laddove oggi è largamente circondato da abitazioni civili e altri manufatti, oltre che a una fitta rete di opere stradali; oltre che ai due quartieri citati in cui amministrativamente ricade, infatti, sulla sponda sinistra esso afferisce anche al quartiere Flaminio mentre su quella destra al quartiere Della Vittoria

Laddove esso è una prosecuzione assiale di via Flaminia, dalla parte opposta del Tevere, dove la Flaminia riprende il suo percorso, si dirama anche la via Cassia; tale ponte era, quindi, un passaggio obbligato per chiunque lasciasse Roma per dirigersi a nord sia verso l'Adriatico (Flaminia) che verso la Toscana (Cassia); laddove tali due strade esistono tuttora, vi erano altre due direttrici minori, la Clodia e la Veientana, che collegavano i possedimenti romani nell'alto-medio Lazio con Roma.

  • 6 Loc.
  • 2 Bagni
  • 140m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via Mantova 12, Salario

1.900/Mese Ref. mantova 122

VIA MANTOVA - adiacente Piazza Fiume, in palazzo d'epoca elegante con portiere e ascensore, un appartamento primo piano molto luminoso di 120 MQ. L'appartamento ha un suo fascino particolare si entra e siamo nel grande salone collegato con la cucina a vista e con affaccio sulla terrazza di circa 20 mq, quindi abitabile, tre camere con 2 bagni (uno con vasca uno con doccia). Riscaldamento autonomo aria condizionata Il salone e 1 camera hanno affaccio esterno le altre 2 camere hanno affaccio interno ma sempre luminoso,
Richiesta 1.900 euro mese
La Porta Salaria consentiva alla via Salaria il passaggio attraverso le Mura aureliane. Fu demolita nel 1921 per migliorare la viabilità di Roma, con la creazione di piazza Fiume.

Sebbene sia attestato il nome di Porta Sancti Silvestri, in quanto la via Salaria porta alle Catacombe di Priscilla, ove papa Silvestro I era sepolto, a differenza di molte altre porte, la Salaria non ricevette un nome cristiano durante il Medioevo, probabilmente perché il traffico sulla via Salaria, importante arteria per il trasporto di sale[1], era ancora notevole, e questa caratteristica della via era ancora predominante su qualsiasi altra utilizzazione della stessa. Il 20 settembre 1870 il tratto di Mura aureliane tra Porta Pia e Porta Salaria (il più debole anche perché più esposto) fu lo scenario della fine del potere temporale dei papi. Dopo cinque ore di cannoneggiamento fu possibile all'artiglieria del Regno d'Italia di aprire una breccia nelle mura, la cosiddetta "Breccia di Porta Pia". La Porta Salaria fu così danneggiata da questo attacco, che l'anno seguente venne demolita, per poi essere ricostruita nel 1873 su progetto di Virginio Vespignani. Nel 1921 fu deciso di rimuoverla definitivamente, per facilitare la viabilità, e al suo posto si apre ora piazza Fiume. Sul selciato della piazza erano state lasciate impronte visibili del tracciato della porta originaria, ma i lavori per la costruzione dei moderni sottopassaggi le hanno rese praticamente irrintracciabili.

  • 4 Loc.
  • 2 Bagni
  • 130m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via di Gesù e Maria 10, Piazza del Popolo - Piazza Navona - Quirinale

1.700/Mese Ref. Tridente 222

Centro Storico nel Tridente adiacente via del Babuino in via Gesu' Maria affittasi in elegante palazzo ristrutturato appartamento molto carino al 3 piano e penultimo piano con ascensore L'appartamento si compone di un ingresso un ampio salone con affaccio sulla via, con molta luce avendo una doppia finestra una cucina semi abitabile completamente arredata, una camera da letto ampia, con spogliatoio, bagno altra cameretta e secondo bagno e terrazzino, Riscaldamento autonomo aria condizionata e cantina porta blindata
Si richiedono come garanzia 6 mesi di deposito, contratto di locazione 4+4 sia a privati che aziende. Richiesta 1.700 euro mese
Con Tridente s'intende il complesso stradale costituito da tre vie rettilinee di Roma che partono da piazza del Popolo e divergono in direzione sud, assumendo la forma di un tridente
Il complesso stradale del Tridente deriva da un importante intervento urbanistico compiuto tra il XV e il XVII secolo che riordinò le tre strade che dalla porta principale di Roma, Porta del Popolo, veicolavano il traffico verso le basiliche maggiori:

via di Ripetta verso Ponte Sant'Angelo e San Pietro;
via del Corso (originariamente detta Via Lata, antico proseguimento della via Flaminia), che, attraverso il Campo Marzio, raggiungeva il palazzo pontificio di Piazza Venezia e proseguiva poi per il Laterano;
via del Babuino (già via Clementina)[1], che attraverso Piazza di Spagna saliva poi verso Santa Maria Maggiore.
Attualmente al termine delle tre strade che compongono il tridente si trovano rispettivamente:

piazza Cardelli-via della Scrofa, al termine di via di Ripetta;
piazza Venezia, al termine di via del Corso;
piazza di Spagna, al termine di via del Babuino.
A seguito dell'apertura del Tridente, furono edificati anche molti palazzi, alcuni dei quali oggi ospitano i principali organismi politici:

il Quirinale, sede del Presidente della Repubblica Italiana
Montecitorio, sede della Camera dei deputati
Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica
Palazzo Chigi, sede della Presidenza del Consiglio dei ministri
Metropolitana di Roma A. svgÈ raggiungibile dalle stazioni Flaminio e Spagna.

  • 4 Loc.
  • 2 Bagni
  • 90m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via Ovidio s.n.c., Prati-Borgo

1.800/Mese 200 € (10%) Ref. Prati 145

Prati Affittasi in palazzo elegante con portiere con corte interna in Prati in Via Boezio appartamento appena ristrutturato in tutte le sue parti in modo elegante ed e' composto da soggiorno doppio, 2 camere da letto, doppi servizi e cucina arredata completa. Luminoso e silenzioso la ristrutturazione comprende anche i pavimenti in gres effetto legno termo autonomo Il palazzo e' elegante con portiere tutto il giorno ed ascensore al piano, termo autonomo, graziosa corte interna.
Si richiedono referenze e garanzie.
Richiesta locazione 1.800 euro mese.
L'impianto urbanistico stradale fu studiato in modo tale che nessuna delle nuove vie avesse come sfondo la cupola della basilica di San Pietro, a testimonianza dei rapporti tesi tra il nuovo stato italiano e la Santa Sede nell'epoca precedente la firma dei Patti Lateranensi. Per questo motivo i nomi delle vie del nuovo rione furono scelti tutti tra personaggi storici della Roma repubblicana e imperiale, condottieri e letterati della classicità latina e pagana, e tra gli eroi del Risorgimento, al quale fu dedicata la piazza principale. La strada principale del quartiere fu intitolata nel 1911 al tribuno e senatore romano Nicola Gabrini, figlio di Lorenzo, detto Cola di Rienzo, un popolano romano che nel XIV secolo tentò di ripristinare la repubblica a Roma in contrasto col potere dei baroni pontifici.

Durante i lavori di costruzione del rione furono trasportate enormi quantità di materiale di riporto per creare un dislivello che proteggesse la zona dalle alluvioni del Tevere, che precedentemente erano assai comuni, tanto che i prati durante le inondazioni erano considerati una zona cuscinetto a protezione del resto della città. Proprio per la natura argillosa e di riporto del sottosuolo nella costruzione di molti edifici furono necessari intensi interventi di consolidamento, non ultimi quelli che più volte si resero necessari durante e dopo la costruzione del palazzo di Giustizia, per evitare che a causa della sua enorme mole franasse verso il letto del Tevere.

Tutti i primi isolati furono costruiti sul lungotevere dei Mellini e a via Vittoria Colonna, ma subito dietro iniziava la campagna: su piazza Cavour si affacciavano solo cinque caseggiati lasciando il posto libero per altrettanti, nessuna casa era ancora costruita lungo via Cola di Rienzo, la principale strada della zona; nelle strade interne tra piazza Cavour e via Cola di Rienzo l'edilizia era ancora più rada, tanto che si annoveravano inizialmente tre case in via Cicerone, due in via Lucrezio Caro, tre in via Cesi, due in via Tacito, poche di più in via Plinio.

Nel 1898 fu inaugurato il Teatro Adriano su piazza Cavour, e tra il 1888 e il 1911 fu completato il maestoso Palazzo di Giustizia, progettato dall'architetto Calderini e ispirato all'architettura neobarocca, perciò subito ribattezzato il palazzaccio. Tra viale delle Milizie e viale Giulio Cesare vennero costruite, con i fondi della legge del 1881, le caserme dell'Esercito e dei Carabinieri. Tra queste e via Cola di Rienzo sorsero inizialmente una decina di case a cinque piani e altrettanti villini.

  • 4 Loc.
  • 2 Bagni
  • 100m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via Tevere, Pinciano

6.500/Mese Ref. Tevere 122

Via TEVERE Pinciano affittasi appartamento in prestigiosa palazzina di mq 260, terzo piano su quattro piani, portiere, ascensore, mq 260 ristrutturato composto da salone quadruplo, cucina arredata completamente con tutti gli elettrodomestici, Richiesta 6.500 euro mese.
Villa Borghese è un grande parco cittadino nella città di Roma che comprende sistemazioni a verde di diverso tipo, dal giardino all'italiana alle ampie aree di stile inglese, edifici, piccoli fabbricati, fontane e laghetti.

È il quarto più grande parco pubblico a Roma (circa 80 ettari), dopo la parte pubblica del Parco regionale dell'Appia antica, villa Doria Pamphilj e villa Ada e si estende in gran parte sul quartiere Pinciano e in piccola parte sul rione Campo Marzio, divisi dalle Mura aureliane. Il nucleo della tenuta era già di proprietà dei Borghese nel 1580, sul sito del quale è stata identificata anche la posizione dei giardini di Lucullo (o horti luculliani).

Il possedimento fu ampliato con una serie di acquisti e acquisizioni dal cardinale Scipione Borghese, nipote di papa Paolo V e futuro patrono di Gianlorenzo Bernini, con l'intento di crearvi una "villa di delizie" e il più vasto giardino costruito a Roma dall'antichità. Nel 1606 la realizzazione degli edifici fu affidata dal cardinale agli architetti Flaminio Ponzio e, dopo la morte del predecessore, a Giovanni Vasanzio (Jan van Santen); gli architetti furono affiancati dal giardiniere Domenico Savini da Montelpulciano e dall'intervento anche di altri artisti, quali Pietro e Gianlorenzo Bernini. La villa fu completata nel 1633.

Nel 1766 lavori di trasformazione furono intrapresi dal principe Marcantonio IV Borghese (1730-1809), nel "Casino nobile" (ora sede della Galleria Borghese) e nel "Casino dei giuochi d'acqua" (attuale "Aranciera" e sede del Museo Carlo Bilotti), e soprattutto nel parco, con la sistemazione del "Giardino del lago", ad opera degli architetti Antonio Asprucci ed il figlio Mario. Tutto il giardino venne ornato di fontane e piccole fabbriche che permettevano di godere di scorci prospettici suggestivi.

Agli inizi del XIX secolo la villa venne ulteriormente ampliata da Camillo Borghese con l'acquisto di terreni verso porta del Popolo e porta Pinciana, che furono integrati alla villa con l'intervento dell'architetto Luigi Canina. Nel corso del secolo gran parte del precedente giardino formale fu trasformato in giardino di paesaggio di gusto inglese. Durante tutto il secolo i giardini furono aperti per il passeggio festivo e vi erano ospitate feste popolari con canti e balli.

Il complesso - caso unico tra le grandi ville patrizie della città, i cui parchi furono tutti assoggettati a lottizzazione, e anche le ville raramente salvate - fu acquistato dallo Stato italiano nel 1901 e ceduto al comune di Roma nel 1903 per essere stabilmente aperto al pubblico, proprio mentre iniziava la lottizzazione della confinante Villa Ludovisi sui cui terreni stava sorgendo l'omonimo quartiere.

  • 7 Loc.
  • 4 Bagni
  • 260m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via Nepi 4, Foro Italico-Farnesina-Camilluccia

3.600/Mese Ref. ponte milvio 222

Affittasi Appartamento in Via Nepi, via privata con sbarra. Adiacente Ponte Milvio, in palazzina tranquilla e nel verde. Molto luminoso. Terzo piano composto da ingresso ampio, salone triplo con terrazzo vivibile, cucina a parte ma a vista, camera e bagno con balcone, camera patronale con bagno ampio e balconata, due camere da letto con bagno e doppio lavello e doppia doccia, camera di servizio. Cantina e posto auto scoperto. Appartamento in totale ristrutturazione, disponibile da Settembre 2020. Realizzato con materiali di pregio, pavimenti in parquet e marmo, rifiniture pregiate e scelte, dalle porte, alle maniglie, agli infissi e interruttori. Completamente nuovo in fase di ultimazione Immobile totalmente arredato e disponibile per locazione di un anno. Si richiedono garanzie: due mesi di deposito e sei mesi di fidejussione bancaria a prima richiesta. 3600€ più condominio riscaldamento autonomo. Aria condizionata. Pale per ventilazione, allarme. Infissi doppi porta blindata.
Ponte Milvio (o ponte Molle[1] o ponte Mollo) è un ponte di Roma sul fiume Tevere in asse con il primo tratto urbano di via Flaminia; esso collega piazzale cardinal Consalvi, nel quartiere Parioli, a piazza di Ponte Milvio nel quartiere Tor di Quinto.

Fu edificato in un punto dove il Tevere penetrava da nord nella città antica di Roma e, fino all'inizio del XX secolo, si trovava in una zona non urbanizzata, laddove oggi è largamente circondato da abitazioni civili e altri manufatti, oltre che a una fitta rete di opere stradali; oltre che ai due quartieri citati in cui amministrativamente ricade, infatti, sulla sponda sinistra esso afferisce anche al quartiere Flaminio mentre su quella destra al quartiere Della Vittoria.

Laddove esso è una prosecuzione assiale di via Flaminia, dalla parte opposta del Tevere, dove la Flaminia riprende il suo percorso, si dirama anche la via Cassia; tale ponte era, quindi, un passaggio obbligato per chiunque lasciasse Roma per dirigersi a nord sia verso l'Adriatico (Flaminia) che verso la Toscana (Cassia); laddove tali due strade esistono tuttora, vi erano altre due direttrici minori, la Clodia e la Veientana, che collegavano i possedimenti romani nell'alto-medio Lazio con Roma.

  • 6 Loc.
  • 3 Bagni
  • 200m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via Arno, Trieste-Africano

2.300/Mese Ref. Affittasi - Appartamento Via Arno -

Affittasi appartamento al 3 piano vuoto e totalmente ristrutturato con materiali di pregio, composto da ingresso con porta blindata, salone doppio, bagno ospiti, cucina a vista, due camere da letto e due bagni, piccola stanza lavanderia. Videocitofono, impianto di allarme, infissi doppio vetro in pvc e legno, AC, riscaldamento autonomo con impianto a pavimento, molto luminoso. Pavimenti in parquet. Palazzo con ascensore e portiere. L'immobile dispone di un posto auto nel box (compreso nel canone di locazione). Si accettano anche contratti a Societa. Sono richiesti come garanzia tre mesi di deposito cauzionale, fideiussione bancaria e dichiarazione redditi. NO ATTIVITA RICETTIVA!
La richiesta è di € 2.400/mese più condominio. In seguito all'unità d'Italia la zona di monte Antenne viene fortificata con ampi bastioni, fossati, e con un'imponente polveriera: la sua posizione era infatti ottimale per difendere il lato settentrionale della città. Alle sue pendici nel 1906 trova sede il Tennis Club Parioli, ancora oggi in attività e celebre per aver formato numerosi campioni.

La prima urbanizzazione del territorio avvenne con il piano urbanistico del 1909 dell'architetto Edmondo Sanjust di Teulada, ma il quartiere nacque ufficialmente nel 1926 con il nome Savoia[1], dalla vicina residenza reale (oggi Villa Ada); l'evento viene ricordato da una targa commemorativa oggi in via Topino, nei pressi di piazza Verbano.

Nei primi trent'anni del secolo la zona mantenne la destinazione a edilizia residenziale di qualità, se non di lusso: è il periodo dei "villini" e del Quartiere Coppedè.

Negli anni trenta comincia invece l'urbanizzazione intensiva: grandi condomini non privi di pretese vennero costruiti sulle aree di ville lottizzate per questo scopo, come Villa Lancellotti e Villa Chigi (della quale resta oggi un parco pubblico ed una residenza privata): abitazioni destinate agli impiegati statali o edificazioni concesse a cooperative (ad esempio quella dei ferrovieri costituì l'area vicina a piazza Crati). Fra il 1924 ed il 1930 viene costruito il Parco Virgiliano (o Parco Nemorense), ideato come polmone verde per un quartiere ornai intensivo dall'architetto Raffaele De Vico, e inaugurato nel 1936 in occasione del bimillenario virgiliano.

In seguito alla nascita della Repubblica, nel 1946 il quartiere assunse il nome attuale[10], dall'omonimo corso che ne costituisce la via principale.

  • 4 Loc.
  • 3 Bagni
  • 150m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via Francesco Denza s.n.c., Pinciano

9.500/Mese Ref. Appartamento - Parioli - Francesco Denza

Appartamento - Parioli - Via Liegi
La nostra agenzia è lieta di proporvi in affitto, appartamento di mq 500 in viale Liegi composto da ingresso, salone doppio, cucina abitabile, tre camere da letto, due bagni, camera e bagno di servizio, un posto auto. Un balcone vivibile. Infissi doppi vetro, pavimenti in parquet e marmo. L'immobile viene affittato vuoto o arredato. Aria condizionata e allarme. Spese condominiali 400€ compreso riscaldamento centralizzato.
La richiesta di locazione è di € 9.500 al mese.
Pelaiolo" o "Peraiolo" è il nome originario dei colli dove attualmente si estende il quartiere Parioli, termine contadino che richiama i frutti del pero. Inizialmente, sulle colline affacciate sul Tevere e sull'Aniene, sorgevano solo casali suburbani con i loro latifondi che segnavano il confine tra la città e l'Agro Romano: tra rade costruzioni, stalle e maneggi si snodava un reticolo di viali ombrosi.[10]

Quando Roma diventa Capitale del Regno d'Italia, nascono rapidamente nuovi quartieri oltre le mura aureliane, Il quartiere Parioli è fra i primi quindici sorti a Roma nel 1911 ed ufficialmente istituiti nel 1921.

La costruzione di viale Parioli si ha su iniziativa di Filonardi e Giorgi, i proprietari dei terreni interessati alla creazione della nuova grande arteria. Il loro progetto prevede, lungo la strada, la costruzione di eleganti villini. Il viale Parioli, prolungato a viale Liegi, viene concepito come una "passeggiata di città", con pista-galoppatoio laterale all'ombra degli alberi.[10]

Quando le azioni delle Immobiliari precipitano la realizzazione delle nuove costruzioni lungo il viale rallenta fino ad interrompersi. Le difficoltà di edificazione sono ostacolate, da una parte dall'oragrafia della zona, dall'altra dall'attesa del nuovo piano regolatore che avrebbe dovuto alzare i prezzi dei terreni fuori porta. Nei primi anni del Novecento si allungano i viali Tiziano e Pilsudsky, sempre concepiti come passeggiate per la nascente borghesia.

In quegli anni lo sviluppo edilizio del quartiere era legato al nome di Edmondo Sanjust di Teulada. Nel 1909 l'urbanista, nella relazione al suo piano, stabilisce che non sarebbero sorti grandi edifici, ma solo ville e villini con grande estensione di giardini. Purtroppo questo resta solo un progetto sulla carta, poiché, il regolamento edilizio speciale del 1922 definisce e varia come tipologia edilizia la palazzina sulla strada di quattro piani e diciannove metri d'altezza, senza giardino. Con l'avvento del regime fascista i Parioli diventano "zona aristocratica", destinato ai gerarchi del regime, anche se hanno già ospitato molti nobili ed esponenti della burocrazia giunta a Roma con i Savoia.[10]

Il quartiere fu completato durante gli anni cinquanta. La domanda di case cresce insieme al boom. Per le Olimpiadi del 1960, svolte a Roma, l'area compresa tra le pendici di villa Glori, la via Flaminia e il viale Pilsudsky è scelta per costruire una serie di importanti attrezzature sportive e di servizio. Un'altra importante infrastruttura realizzata per le Olimpiadi è corso Francia che termina contro la collina dei monti Parioli, smista il traffico, da una parte, verso piazza Ungheria e, dall'altra, verso il centro cittadino.

  • 5 Loc.
  • 3 Bagni
  • 500m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via ovidio s.n.c., Prati-Borgo

1.800/Mese 200 € (10%) Ref. Prati - - Appartamento appartamento - 3° piano

Prati - - Appartamento
La My Luxury House è lieta di proporvi in Zona Prati - adiacente via Cola di Rienzo - un Appartamento di mq 100 circa commerciali (90mq calpestabili), accatastato A/2. L'immobile è posto al 3° piano ed è composto da ingresso, 2 camere, 1salone 1 ripostiglio, 1 bagno e una cucina arredata. Tutto ristrutturato come nuovo pavimenti in gres legno No attivita ricettiva!

La Richiesta è di € 1.800/mese.

In epoca romana il territorio dell'odierno rione Prati consisteva in vigneti e canneti facenti parte delle proprietà di Domizia, moglie di Domiziano, da cui la zona prese il nome di Horti Domitii ("Orti Domiziani") e in seguito di Prata Neronis ("Prati di Nerone"). Durante il medioevo la zona prese il nome di Prata Sancti Petri ("Prati di San Pietro") in riferimento all'adiacente basilica vaticana.

Fino almeno al 1883 vi si estendeva una vastissima distesa di campi coltivati, prati naturali, pascoli e anche di paludi, punteggiata, soprattutto nella zona delle pendici di Monte Mario, da qualche casale agricolo e per il resto completamente deserta, conosciuta come Pianella di Prati o Pianella d'Oltretevere, o ancora Prati di Castello (in riferimento a Castel Sant'Angelo).

Dopo il 1883 si ebbero i primi interventi di edilizia e di urbanizzazione, in parte già immaginati anche sotto il governo pontificio. All'inizio l'area corrispondente all'attuale viale Mazzini fu utilizzata per le esercitazioni militari, da qui il toponimo di piazza d'Armi (poi quartiere delle Vittorie).

Sotto il lungo governo di Giolitti (1903-1921) e con l'amministrazione comunale di Roma, presieduta dal sindaco Ernesto Nathan dal 1907 al 1914, si ebbero gli interventi amministrativi e urbanistici volti ad affrontare i problemi che nascevano dall'eccezionale sviluppo di Roma. Nathan favorì una crescita delle città per quartieri, unità urbane autosufficienti, separate fra loro da zone verdi.

Nel 1873 su pressione del De Merode, proprietario di vaste aree della zona, il Comune firma la convenzione per l'edificazione del nuovo quartiere[12]; esso tuttavia è fuori piano regolatore (1873, Viviani - Pianciani), e verrà inserito solo in quello del 1883. La zona, periferica, resta marginale anche per l'assenza di infrastrutture di collegamento: sarà De Merode stesso a far realizzare un ponte in ferro all'altezza del Porto di Ripetta, che resterà in funzione fino all'inaugurazione del Ponte Umberto (Palazzo di giustizia a piazza Cavour). Il 20 agosto 1921 è stato costituito il rione Prati, l'ultimo in ordine di tempo dei rioni di Roma, nato come quartiere che accogliesse le strutture amministrative del Regno d'Italia e zona residenziale per i funzionari dello stato.

L'impianto urbanistico stradale fu studiato in modo tale che nessuna delle nuove vie avesse come sfondo la cupola della basilica di San Pietro, a testimonianza dei rapporti tesi tra il nuovo stato italiano e la Santa Sede nell'epoca precedente la firma dei Patti Lateranensi. Per questo motivo i nomi delle vie del nuovo rione furono scelti tutti tra personaggi storici della Roma repubblicana e imperiale, condottieri e letterati della classicità latina e pagana, e tra gli eroi del Risorgimento, al quale fu dedicata la piazza principale. La strada principale del quartiere fu intitolata nel 1911 al tribuno e senatore romano Nicola Gabrini, figlio di Lorenzo, detto Cola di Rienzo, un popolano romano che nel XIV secolo tentò di ripristinare la repubblica a Roma in contrasto col potere dei baroni pontifici.

Durante i lavori di costruzione del rione furono trasportate enormi quantità di materiale di riporto per creare un dislivello che proteggesse la zona dalle alluvioni del Tevere, che precedentemente erano assai comuni, tanto che i prati durante le inondazioni erano considerati una zona cuscinetto a protezione del resto della città. Proprio per la natura argillosa e di riporto del sottosuolo nella costruzione di molti edifici furono necessari intens.

  • 5 Loc.
  • 1 Bagno
  • 100m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Via di Gesù e Maria 12, Piazza del Popolo - Piazza Navona - Quirinale

1.700/Mese Ref. tridente 112

Nel Tridente ed esattamente in via di Gesu' e Maria, in palazzo elegante con ascensore affittasi appartamento al 3 piano composto da salone soggiorno, cucina camera letto e bagno e terrazzino, appartamento luminoso in ottime condizioni aria condizionata riscaldamento autonomo. L'appartamento ha un suo fascino per la vista e la luminosita', in una via completamente tranquilla Richiesta locazione mensile 1.700 euro spese condominiali 100 euro mensili
Il complesso stradale del Tridente deriva da un importante intervento urbanistico compiuto tra il XV e il XVII secolo che riordinò le tre strade che dalla porta principale di Roma, Porta del Popolo, veicolavano il traffico verso le basiliche maggiori:

via di Ripetta verso Ponte Sant'Angelo e San Pietro;
via del Corso (originariamente detta Via Lata, antico proseguimento della via Flaminia), che, attraverso il Campo Marzio, raggiungeva il palazzo pontificio di Piazza Venezia e proseguiva poi per il Laterano;
via del Babuino (già via Clementina)[1], che attraverso Piazza di Spagna saliva poi verso Santa Maria Maggiore.
Attualmente al termine delle tre strade che compongono il tridente si trovano rispettivamente:

piazza Cardelli-via della Scrofa, al termine di via di Ripetta;
piazza Venezia, al termine di via del Corso;
piazza di Spagna, al termine di via del Babuino.
A seguito dell'apertura del Tridente, furono edificati anche molti palazzi, alcuni dei quali oggi ospitano i principali organismi politici:
il Quirinale, sede del Presidente della Repubblica Italiana
Montecitorio, sede della Camera dei deputati
Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica
Palazzo Chigi, sede della Presidenza del Consiglio dei ministri
Metropolitana di Roma A È raggiungibile dalle stazioni Flaminio e Spagna.

  • 3 Loc.
  • 1 Bagno
  • 70m²
Appartamento In Affitto

Appartamento in Piazza della Maddalena, Roma, RM s.n.c., Piazza del Popolo - Piazza Navona - Quirinale

1.700/Mese Ref. Mad 34

Centro di Roma Piazza della Maddalena affittasi delizioso appartamento di mq 60 composto da cucina soggiorno camera letto bagno tutto rinnovato rifatto in modo molto elegante ed accogliente, attrezzato di tutti gli elettro domestici di buona qualità Riscaldamento e climatizzato in tutte le camere, bagno con box doccia.

La richiesta è di €1.700/ mese

La My Luxury House, è un agenzia immobiliare affiliata alla F. I. M. A. A, Federazione Italiana Mediatori Agenti D’Affari che nasce nel 1945 e che opera nel settore dell’intermediazione immobiliare Italia. Accettiamo richieste specifiche in tutta Italia, ma la maggior parte degli immobili che trattiamo sono a Roma, Lavoriamo con molta professionalità e competenza che caratterizza la federazione di cui facciamo parte. Abbiamo diversi consolati e ambasciate come clienti, trovando immobili per i loro funzionari. Abbarchiamo altre città estere come Parigi, Londra, Miami e Panama. I nostri servizi: Valutazioni gratuite e senza impegno, per poter definire concretamente, il reale valore di mercato realizzabile; Assunzione da parte del nostro studio, di ogni onere e spesa, per la promozione dell’immobile; Assistenza tecnico-legale completa, sino al rogito, per tutte le operazioni di compravendita e locazione, da parte di professionisti qualificati ed abilitati.

  • 2 Loc.
  • 1 Bagno
  • 60m²
Attico In Affitto

Attico in Via del Corso s.n.c., Piazza del Popolo - Piazza Navona - Quirinale

9.000/Mese Ref. 122ZX

Centro storico adiacente Camera dei Deputati affittasi attico di mq 380 con terrazzo di mq 40con vista su Roma, l'attico è composto da 3 camere letto con bagno e salone quadruplo e grande cucina abitabile completamente arredato in modo moderno ed elegante
Roma Old town near House to Camera Deputies rent penthouse of sqm 380 with 40 sqm terrace overlooking Rome, penthouse consists of 3 bedrooms with bathroom and quadruple lounge and large kitchen fully furnished modern and elegant
Penthouse in cientro Historico de Roma cerca a Camera Deputati se alquila penthouse de 380 m² con 40 metros cuadrados terraza con vistas expectacular su Roma, la penthouse consta de 3 dormitorios con cuarto de baño y salón cuádruple y amplia cocina totalmente amueblada de una manera moderna y elegante
Altstadt neben Haus der Abgeordneten mieten Penthouse von qm 380 mit 40 qm Terrasse mit Blick auf Rom, Penthouse besteht aus 3 Schlafzimmer mit Bad und Vierbettzimmer und große Küche komplett in einer modernen und eleganten Art und Weise eingerichtet.

  • 7 Loc.
  • 4 Bagni
  • 380m²