1 Immobili

Locale In Vendita

Locale in Via di Pignattara 131, Tor Pignattara

75.000 € Ref. tor pignattara 12

In Via Tor Pignattara vendesi negozio commerciale C 1 di mq 48 composto da locale commerciale e bagno e piccolo deposito, in buono stato, affittato ad euro 600 mese /7.200 annuo vendesi ad Euro 75.000 redditivita' 9,6% annuo ottima opportunita' di investimento.I confini della zona urbanistica racchiudono tutta l'area del Pigneto, nei limiti della ferrovia Roma-Sulmona-Pescara a nord, quindi via di Portonaccio, via di Acqua Bullicante, via Teano, via Cori, via Norma, via Terracina, via Minturno, via Labico, via Policastro e di nuovo via di Acqua Bullicante a est, via Casilina a sud, quindi il tratto della FL4 fino al ponte sul viale dello Scalo San Lorenzo a ricongiungersi con la ferrovia Roma-Sulmona-Pescara.

La zona confina:

a nord con le zone urbanistiche 3Y Verano e 5A Casal Bertone
a est con le zone urbanistiche 6D Gordiani e 6B Casilino
a sud con la zona urbanistica 6C Quadraro
a ovest con le zone urbanistiche 9B Tuscolano Sud e 9A Tuscolano Nord
I confini storici di Torpignattara, invece, si estendono a cavallo della via Casilina anche sul quartiere Q. VIII Tuscolano (zona urbanistica 6C Quadraro), da via Policastro e via Labico a nord fino a viale dell'Acquedotto Alessandrino a sud; da viale Filarete a ovest, fino a via dei Gordiani a est, nella zona urbanistica 6B Casilino.

Storicamente l'area risulta composta da 3 microaree:

Tor Pignattara da via Casilina a via degli Angeli, confinando a sud con via dell'Aeroporto di Centocelle e a nord con via Casilina bivio via Galeazzo Alessi.

La Marranella (antica Borgata della Marranella e Borgata Galliano) da largo Bartolomeo Perestrello a via Casilina, confinando a sud con via Labico e a nord con via Antonio Tempesta.

Villa Certosa (antico Borghetto degli Angeli) da via Filarete alla ferrovia Roma-Napoli, confinando a nord con via Casilina bivio via Galeazzo Alessi e a sud-ovest con via degli Angeli. Nell'odierna piazza della Marranella, la presenza di un'antica fontana adibita all'abbeveraggio dei cavalli, agli inizi del Novecento indicava la presenza di un'antica stazione di posta. Il fosso della Marranella, che da via dell'Almone scorreva fino a sfociare nell'Aniene nella zona di Ponte Mammolo, attraversava l'area da via Tuscolana alla via Casilina, fino a formare un ampio stagno nell'odierna e omonima piazza. La copertura del fiume, avvenuta alla metà degli anni Venti, diede impulso all'edificazione della zona. La strada di congiunzione fra le due consolari, l'antica Strada di Porta Furba, venne denominata via di Tor Pignattara (1926)[5]. L'odonimia delle vie trasversali è riconducibile a due tipologie: sul lato destro a «ideatori e costruttori di fortificazioni e di opere militari in genere»[6]; sul lato sinistro si estendono le vie i cui nomi ricordano «eroici aviatori italiani»[7].

Con il riconoscimento dell'area di pertinenza comunale, il quartiere vedeva l'apertura dei servizi. Alla linea tranviaria a binario unico del 1916, che dalla stazione Termini giungeva a Tor Pignattara.

  • 52m²